Sfilata della Banda in Via Nuova durante i festeggiamenti per il 50° di fondazione

La Banda Sociale di Ala rappresenta la più antica realtà associativa e musicale operante nel Comune di Ala. Nacque nel 1882 all’interno del più ambizioso progetto di costituzione della Società Musicale alense. Il 28 marzo 1881 fu approvato il nuovo statuto della Società Musicale, che confermò la maturazione di quell’esperienza iniziata già nel 1844 attraverso la creazione di una Società di Mutuo soccorso, primo mezzo di sperimentazione di una mutualità moderna e progenitrice della cooperazione. A differenza di tanti altri corpi bandistici, nati preminentemente per volontà dei parroci e nel contesto di una forte partecipazione degli amatori, la Banda Sociale di Ala si sviluppò grazie all’impegno di alcuni cittadini benestanti e illuminati, tra i quali sicuramente si distinse Valentino Debiasi. Fu proprio quest’ultimo che, con il sostegno di Gian Pietro Taddei e di Luigi dalla Laita, portò a termine il mandato organizzativo per la fondazione del complesso musicale affidatogli dal podestà Antonio Sartori.Il primo direttore dell’associazione fu il Maestro Brogialdi, che diede avvio ad una prospera espansione dell’attività bandistica. Frequenti furono le esibizioni del complesso, sia in Teatro che all’aperto e molte partiture operistiche furono ridotte per la Banda, mentre gli stessi Direttori si dedicarono anche alla composizione. Se si escludono i periodi di forzata inattività scanditi dai due conflitti mondiali, la Banda è sempre stata presente nel panorama associazionistico alense. I direttori del gruppo musicale furono inizialmente rappresentati da musicisti regolarmente stipendiati ma, nel corso degli anni Venti, la direzione del complesso venne assunta da maestri provenienti dallo stesso tessuto sociale cittadino, come Aldo Debiasi e poi il figlio Matteo, che misero a disposizione gratuitamente il proprio tempo e la propria capacità musicale. Il 50° di fondazione venne festeggiato in maniera solenne nel 1932, con una manifestazione alla quale parteciparono anche le Bande di Rovereto e Borgo Sacco.

Matteo Debiasi direttore dal 1964 al 1982

Matteo Debiasi iniziò la propria attività come presidente della Banda nel 1962, dopo la morte del padre; assunse dopo due anni anche il compito della direzione musicale, sostituendo il Maestro Emidio Setti. Si aprì un periodo di importante crescita per l’associazione, sostenuto dall’impulso impresso alla valorizzazione della scuola allievi e al rinnovamento del parco strumenti. La professoressa Ida Albarelli si impegnò per molti anni nella formazione musicale di numerosi allievi. Matteo Debiasi, che guidò le sorti della Banda fino al 1982, assunse anche la presidenza della Federazione dei Corpi Bandistici di Trento per oltre dieci anni.

prof. Vicentini Flavio – direttore dal 1983 al 1990

Nell’ultimo ventennio la direzione della Banda è stata assunta da maestri con specifica preparazione nel campo della cultura e della tradizione bandistica, come il Prof. Flavio Vicentini, il Prof. Luigi Azzolini, il Prof. Carlo Schelfi, il Sig. Franco Vicentini e il Prof. Andrea Loss, attuale direttore del gruppo. Sotto la sua direzione la Banda ha festeggiato, nell’anno 2002, il 120° anniversario di fondazione, importante momento di memoria della lunga storia dell’associazione. Per la ricorrenza è stata allestita una mostra storica che ha presentato la nutrita documentazione disponibile, ripercorrendo le tappe e le persone che hanno fatto la storia dell’associazione. Durante la manifestazione è stata ospitata la “Fanfare Municipale l’Avenir” di Losanna, che si è esibita in Piazza San Giovanni. In ricordo della celebrazione è stata inoltre commissionata la composizione di due brani musicali per banda, presenti nel CD pubblicato nel 2004. In occasione del Concerto “120 anni di Musica insieme” tenutosi presso il Teatro Sartori di Ala il giorno 9 giugno 2002, la Banda Sociale di Ala è stata diretta dai Maestri che si sono impegnati nella direzione del gruppo a partire dal 1983. Nell’ordine assumono la direzione della banda: prof. Flavio Vicentini (1983 – 1990), prof. Luigi Azzolini (1990 – 1994), prof. Carlo Schelfi (1994 – 1996), prof. Vicentini Franco (1996 al 1999), prof. Loss Andrea (1999 – 2011).

Dal 1999 la direzione musicale è affidata a prof. Loss Andrea

Nel 2004, con il nuovo presidente Andrea Fracchetti, la Banda Sociale di Ala ha partecipato al Concorso Bandistico a Bertiolo (UD), aggiudicandosi il secondo posto in seconda categoria. Nel 2005, al concorso internazionale di Saint Vincent (AO), la formazione alense ha invece vinto il quinto premio sempre in seconda categoria. Dal 2004 l’associazione organizza in estate la manifestazione “SYMPHONĬA”, che ha permesso di ospitare ad Ala gruppi bandistici provenienti sia dall’Italia che dall’estero. Grazie questo evento, la banda alense ha realizzato scambi musicali con la Fanfara Municipale di Losanna (CH), il Corpo Bandistico “Ugo Bottacchiari” di Castelraimondo (MC), il gruppo bandistico di Ancarano (TE), il “Nuovo Concerto bandistico Città di Giffoni Sei Casali” (SA), l’orchestra di fiati “Città di Ferentino” (FR), il gruppo bandistico della “Società Filarmonica Braccio Fortebraccio” di Montone (PG), oltre che con molti altri gruppi sia provinciali che provenienti da province limitrofe.

Negli ultimi anni, inoltre, la Banda ha prestato particolare attenzione alla scuola allievi che conta oggi 50 elementi. Dal 2000 viene organizzato anche il campo-scuola degli allievi, divenuto ormai elemento di prestigio dell’associazione, che ne cura direttamente tutti gli aspetti, partendo dalla gestione musicale, passando per l’attività ricreativa e formativa, per arrivare alla conduzione della cucina. Nel 2004 è stata poi creata una banda giovanile – Junior AlaBand – completamente composta da allievi dei corsi formativi. Dall’anno scolastico 2007/08, visto l’importate crescita delle vivaio musicale, è stato creato un secondo gruppo giovanile, composto dagli allievi al primo e secondo anno.

Nel 2006 la Banda Sociale di Ala ha dato vita al progetto “Crescendo in musica”, nell’ambito del quale lo scorso anno è stata attivata la prima collaborazione con l’asilo infantile di Ala, punto di partenza della proposta formativa, che darà poi la possibilità ai ragazzi di continuare un percorso di crescita musicale. Tale progetto si è ampliato negli ultimi anni ed ha trovato continuità con il coinvolgimento delle terze classi della scuola elementare di Ala.

Nel più recente passato la presidenza dell’associazione è stata ricoperta da Mario Azzolini (1984-1996), Primo Vicentini (1996-1999), Andrea Zendri (1999-2004), Andrea Fracchetti (2004 – 2010) Andrea Fazzi (2010 – 2012), Flavio Vicentini (2012 – 2020) e, da fine 2020, ancora da Andrea Fracchetti. Nell’estate 2011 è avvenuto il passaggio di bacchetta tra il M° Andrea Loss, direttore della banda dal 1999, al Maestro Gianluigi Favalli, che sta tutt’ora dirigendo il sodalizio musicale alense.

In occasione del 130° anniversario di fondazione l’associazione ha presentato al pubblico il “Catalogo delle partiture storiche”, manoscritti di proprietà della Banda risalenti alla fine del 1800 e consegnati alla Biblioteca Comuna di Ala per la catalogazione e la conservazione; l’evento è stato inaugurato dalla relazione della curatrice del progetto, professoressa Paola Brocero, e ha visto anche l’intervento di Mario Azzolini, musicista dell’associazione, appassionato ricercatore della storia dell’associazione e non solo, che ha richiamato aneddoti e cronache di storia locale.

Il 140° di fondazione del sodalizio musicale viene festeggiato nel 2022, in un momento storico di particolare tensione, scandito dall’emergenza sanitaria da Coronavirus (che ha imposto l’interruzione dell’attività dell’associazione dalla primavera del 2020 all’estate 2021) e dall’attuale conflitto bellico in Ucraina. L’associazione ha comunque deciso di rilanciare l’attività del gruppo, con una serie di appuntamenti e iniziative principalmente volte a ricreare “tessuto sociale” attorno e all’interno del gruppo.

Per lasciare ai posteri un nuovo tassello della lunga e importate storia della Banda, si è deciso di produrre alcuni brani a stampa, frutto del lavoro di ricerca e strumentazione realizzati dal professor Flavio Vicentini nell’ultimo decennio, partendo da alcune delle pagine musicali del Maestro e concittadino Giacomo Sartori e di altri compositori che ad Ala hanno lasciato il loro segno. La finalità è quella di far rivivere, mediante le sonorità della banda, anche opere originariamente scritte per strumenti a plettro, divulgando questi importanti lavori a un pubblico il più possibile ampio.